Olio da barba

olio da barbaPer poter curare e tenere in maniera adeguata la barba, è necessario trattarla con gli appositi prodotti che sono espressamente pensati per i suoi peli.

Il mercato offre una vasta scelta di oli da barba, a seconda delle necessità e delle preferenze.

In commercio sono disponibili oli di varia natura tra i quali, ad esempio, quello di ricino, di mandorle o di argan in associazione ad altri eccipienti. Tutti questi oli possono essere liberamente usati in maniera autonoma e quotidiana nella propria casa.

Perché usarli, a cosa servono e quale comprare

Quando si sceglie di avere la barba, è necessario pensare a cosa possa farla crescere in maniera più adeguata, senza che ciò causi problemi alla pelle. È possibile utilizzare shampoo e balsamo per la sua pulizia affinché rimanga morbida e priva di nodi, così come per nutrire ed idratare la pelle sottostante, lenirla da eventuali stress.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Barba PlusBarba Plus

La lozione rivoluzionaria per una barba folta e senza chiazze - Con Taurini ed Arginina.

Scopri Dettagli e Prezzo

Si possono applicare gli oli, invece, nelle fasi iniziali della crescita della barba per ovviare al prurito dovuto dall’emersione dei peli.
Soprattutto nelle prime settimane della crescita della barba, gli oli sono praticamente indispensabili, affinché si possa ovviare ai fastidi propri di questo momento, eliminando, o quantomeno riducendo, la presenza di forfora.

Come scegliere un olio

Le principali alleate della barba sono le vitamine, in particolar modo la vitamina E, che contribuisce a far sì che il pelo della barba sia sempre in salute, morbido e nutrito.

Oltre a ciò, sono molto utili i minerali, per cui la scelta su come comprare un olio da barba, deve essere perlopiù indirizzata ai reali contenuti dello stesso. Di primo acchito si è attratti dal suo profumo, magari all’eucalipto, oppure dalla fragranza che più piace, ma non è l’odore la prima cosa su ti devi soffermare, piuttosto leggi bene i nutrienti.

Si può incappare in qualche olio di scarsa qualità se ci si lascia condizionare soltanto dal suo buon odore e magari si cade nell’errore di prendere una sostanza che, oltre a non essere in grado di nutrire la pelle come dovrebbe, potrebbe addirittura irritarla.

Come capire la qualità dell’olio? Un metodo semplice è dato dal tempo di assorbimento. Un olio di scarsa qualità non deve lasciare unte troppo a lungo né la barba né la pelle e deve saper rilasciare un buon odore.

Un consiglio semplice è quello, se siete dei novizi nel campo degli oli, di informarvi sui prodotti in commercio, magari leggendone le recensioni e soprattutto di non comprare più prodotti del necessario o della stessa linea.

Optare per uno, provarlo e stilare una sorta di pro e contro. Alle brutte, sarà stato un unico acquisto errato che non sarà reiterato. L’ideale è cercare di concentrare in un unico prodotto tre caratteristiche principali: una facilità di reperimento, un buon profumo, se non altro gradito, e, ultima della serie, ma non ultima per importanza, una buona qualità a livello di eccipienti nutritivi per la pelle.

Consigli per gli acquisti

Un primo orientamento si indirizza verso l’olio da barba naturale, ovvero quello che in sé ha tutti elementi di origine naturale. Generalmente sono oli che provengono dal cocco, o ancora da semi d’uva, con l’aggiunta di vitamine.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Barba PlusBarba Plus

La lozione rivoluzionaria per una barba folta e senza chiazze - Con Taurini ed Arginina.

Scopri Dettagli e Prezzo

La quantità che se ne deve mettere si conta in poche gocce, non più di due o tre, poi è tutto relativo anche alla lunghezza della barba stessa.

Il risultato sarà presto visibile: una barba sana, lucente, cosa che donerà all’intero viso un aspetto curato e sano. Se si vuole ricorrere ad un profumo particolare ci si può accostare a quello del legno, una fragranza avvolgente, piuttosto maschile che tende, però, a svanire in un tempo relativamente breve.

I prodotti di più alta fascia offrono molte possibilità di scelta tra fragranze e profumi, ovviamente il prezzo è decisamente più alto.

Grazie alle possibilità offerte dal mondo di internet, però, è possibile trovare delle buone offerte che riducano notevolmente il costo del prodotto, finanche drastiche riduzioni che arrivano alla metà del suo prezzo.

Ci sono altri oli che basano le loro essenze sull’olio di mandorla e quello di argan, per esempio, che hanno una maggiore durata nel tempo, in termine di ore, con prezzi meno impegnativi; anche per questi oli è possibile risparmiare considerate le numerose campagne promozionali che si ripetono con frequenza.

Uno dei prodotti più conosciuti è Proraso che si basa su una commistione di ingredienti che ne comprendono sia di naturali che di sintetici.

Tra i primi è facile poter sentire l’essenza dell’olio di macadamia e quella dell’avocado; è presente anche la vitamina E per la nutrizione del pelo e della pelle sottostante.

E’ un olio abbastanza economico, il cui aroma tende a svanire in un paio di ore e si può utilizzare sempre in poche gocce sulla lunghezza della barba, dal mento verso il basso; ha un tempo di assorbimento piuttosto veloce.

Uno degli aromi che garantisce un alto livello di freschezza è quello su base di menta e limone. L’effetto del limone, come si sa, è anche quello di energizzare chi ne avverte il profumo, mentre la menta migliora la respirazione e limita gli effetti dei malanni di stagione.

Chi ha una barba corta, può pensare di utilizzare gli oli a base di argan, jojoba e cartamo che idratano bene i baffi e la barba con degli emollienti che profumano il viso.

Alcuni prodotti hanno anche un beccuccio con dosatore per limitare lo spreco del liquido e ne permettono un uso più razionale; fanno uso del cosiddetto sistema ‘salvagoccia’.

Altri oli sono progettati in confezioni per poter essere trasportati in viaggio e quindi sono stati pensati in modo che non si aprano versandosi nei bagagli.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Olio per BarbaOlio per Barba

Olio da barba biologico di qualità – Nutre la barba in profondità favorendo una crescita sana.

Scopri Dettagli e Prezzo

Tutto sommato le confezioni che prevedono questo tipo di packaging sono piuttosto comode; considerata, poi, l’esigua quantità di prodotto che si usa, si può optare per quei prodotti che investano un po’ di più anche sul tipo di barattolo e/o bottiglia perché il contenuto durerà molto a lungo.

Qualche goccia in più verrà utilizzata da coloro che hanno delle barbe più lunghe, ma si tratta di pochi centilitri, nulla di così dispendioso.

Sui forum specializzati si discute molto della validità di un prodotto piuttosto che di un altro; non tutti in Italia riscuotono lo stesso successo che all’estero, forse per affezione ai prodotti locali o per una scarsa propensione al cambiamento. Esiste, comunque, una vasta scelta di prodotti nazionali e non; non è detto, poi, che ogni tanto non si voglia cambiare.

La qualità degli oli si vede anche dal tempo in cui questi riescono ad ammorbidire la barba e da come le barbe più o meno ispide si possono modellare.

Se poi l’effetto non è solo duraturo nello spazio di tempo in cui si estingue l’essenza dell’olio, ma si vede nel protrarsi della lucentezza della barba per i giorni a seguire, significa che il prodotto è di alta qualità.

Lo sono ancora di più se coloro che accusavano dei pruriti a causa di un alto grado di sensibilità della pelle dicono che esso si sia notevolmente ridotto a seguito dell’uso di un determinato olio.

Per coloro che hanno una barba piuttosto secca, la priorità è nutrirla, oltre che con un balsamo apposito, anche con gli oli ricchi alla mandorla, o di argan, di avocado e di jojoba.

Per chi ama gusti ancora più particolari ci sono oli al profumo di cedro e per chi vuole essere vicino alla natura esistono quelli biologici al 100%, per esempio con olio di cocco, che tonificano la pelle e curano la barba e generalmente sono in dosatori che eliminano perdite e dispersioni.

Al di là della qualità intrinseca del prodotto, tutto è da ricondurre alle esigenze del singolo. Ogni barba ha le proprie caratteristiche, per cui ciascuna avrà bisogno maggiormente di un olio piuttosto che di un altro, per esempio per limitare la secchezza della barba o per ridurne la forfora.

Per semplificare il discorso, bisogna pensare un po’ alla barba come ai capelli, scegliendo quello o quei prodotti che ne migliorano la qualità e risolvono eventuali problemi di irritazioni o secchezza.

Modalità d’uso

Gli oli si possono utilizzare quotidianamente, meglio quando la barba è ancora umida, la si è lavata e si sono usati lo shampoo ed il balsamo. Il modo migliore perché si possa diffondere equamente dappertutto consiste nel metterne poche gocce sulle mani, facendo passare le dita tra i peli della barba, fino a toccare la pelle, finendo di spanderla anche con una spazzola apposita.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Olio per BarbaOlio per Barba

Olio da barba biologico di qualità – Nutre la barba in profondità favorendo una crescita sana.

Scopri Dettagli e Prezzo

Vista l’enorme varietà di oli presenti sul mercato, poi si può procedere con un po’ di fai da te per ciò che concerne la scelta. Stabilita una buona qualità del prodotto, quest’ultimo durerà molto se il dosaggio, in ogni caso, è sempre ridotto a poche gocce, per cui risparmiare troppo è anche inutile.

Meglio puntare ad un buon prodotto di fascia, la sua durata sarà abbastanza prolungata nel tempo. Il resto sta alle scelte individuali in fatto di aroma preferito; uno piuttosto che un altro è solo una preferenza personale; a nessuno è vietato il fatto, poi, di poter disporre di più oli da variare a seconda della giornata o dell’evento o della compagnia.

Insomma, anche scegliere fra più oli che piacciono, è una gratificazione che può dare qualche piccola, ma gradita gioia.