Come curare la barba: consigli e prodotti

come curare la barba prodotti e consigliAnche se un po’ dimenticata negli ultimi anni, più recentemente la barba sembra tornata di moda e non solo barbe accennate o brevi linee sul volto, ma anche barbe di una discreta lunghezza che richiedono un certo impegno nella buona tenuta della stessa.

Per non apparire trasandati e per non avere peli della barba troppo ingestibili e non curati, occorrono degli accorgimenti, ovvero la stessa attenzione che poi si applica ai capelli.

Come curare la barba lunga

Se hai deciso di farti crescere la barba stile hipster, non pensare che questo sia soltanto un processo naturale; certo si deve attendere che ciò accada, ma non basta.

La barba deve essere lavata, tagliata e spazzolata seguendo alcune regole che ti aiuteranno ad averla sempre ben curata e igienicamente pulita (esistono molti kit in commercio!): insomma è un impegno da prendersi con una certa responsabilità.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Barba PlusBarba Plus

La lozione rivoluzionaria per una barba folta e senza chiazze - Con Taurini ed Arginina.

Scopri Dettagli e Prezzo

La cosa più semplice sta nel fatto di lavarla ogni giorno con l’acqua e i detergenti utilizzati nella quotidianità per la pulizia del viso. In più va aggiunto un lavaggio apposito, che è decisamente più mirato, soprattutto per la pelle sottostante la barba stessa, da effettuarsi almeno 2 o 3 volte a settimana.

È opportuno insaponarla, massaggiarla e poi sciacquarla fino a togliere tutta la schiuma; il risultato sarà una barba pulita e ordinata senza quell’effetto “barba incolta”.

Ovviamente non ha nulla di elegante una barba trasandata e mal tagliata; chissà, forse piacerà a qualche donna, più probabilmente no. In ogni caso, il look dell’uomo rude non si addice a tutti.

Per cui se vuoi essere alla moda, nonché pulito e fresco, la barba dovrà essere trattata sempre con le dovute attenzioni. Questo preverrà l’alopecia e le conferirà un aspetto ‘sano’ e uniforme.

Anche se effettuato da soli, il taglio deve essere ben sagomato sul viso e rispetto alla sua sagoma. Almeno una volta a settimana, si dovrebbe dargli una forma per poi gestire le crescite parziali e diffuse, con una supervisione di massima gli altri giorni.

Così come per i capelli, anche la barba può essere soggetta ad annodarsi, il che presuppone che la si debba spazzolare, tutti i giorni.

È opportuno farlo con movimenti delicati perché delle azioni troppo incisive e irruente, possono strapparla oppure possono contribuire alla venuta di irritazioni della pelle. Trattarla sì, ma con le dovute attenzioni.

platoneInnanzitutto, però, far crescere la barba richiede una certa dose di pazienza e anche di volontà. Se ci pensi, molti grandi pensatori e saggi, hanno delle lunghe barbe, frutto di tanta attesa!

Mediamente per avere già una barba di una certa lunghezza, occorrono tra le quattro e le otto settimane, ovviamente dipende da caso a caso.

Le prime sono le più impegnative perché la pelle tende ad essere secca e ciò aumenta la presenza della polvere e il prurito che si sente. Lo stesso pelo, nella sua prima fase, è più duro, quindi si dovrà sopportare un po’ di fastidio per lo sfregamento che questi produrranno sulla pelle prima di emergere.

È utile, e decisamente consigliabile, utilizzare degli oli per barba in questa fase poiché così, la pelle sarà idratata e più morbida, tanto da far tollerare meglio questo fastidioso prurito.

A mano a mano che la barba diventerà più lunga, i peli si ammorbidiranno fino a non percepirli più e sparirà anche il prurito. Un primo scoglio sarà superato.

Alcuni pensano che rasare la barba contribuisca a farla crescere più velocemente, ma non è propriamente così, piuttosto è necessario attendere il naturale corso delle cose e aspettare che cresca da sola. I tempi sono piuttosto variabili da uomo a uomo.

Non sempre in capo ad un mese, per esempio, si ottengono gli stessi risultati, però è il caso di dotarsi di una certa dose di pazienza e vedere dove la natura arriva.

Quello che si può fare, è aiutarla utilizzando dei prodotti appositi (integratori e metodi naturali) e magari integrando l’alimentazione con le vitamine giuste.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Barba PlusBarba Plus

La lozione rivoluzionaria per una barba folta e senza chiazze - Con Taurini ed Arginina.

Scopri Dettagli e Prezzo

Indubbiamente un barbiere di fiducia, potrà essere un valido aiuto; trattandosi del suo lavoro, saprà sicuramente dire cosa è meglio fare per avere una barba folta e omogenea e come curarla nel dettaglio, dal taglio più massiccio alle ridefinizioni dei contorni, dagli shampoo e balsami da usare, ai pettini e alle spazzole idonee.

barba a chiazzeQuello che non potrà dirci più di tanto è cosa fare per una barba che cresce a chiazze sul viso.

Ciò dipende da una predisposizione ormonale per la quale non ci sono validissimi rimedi che non siano troppo invadenti e addirittura nocivi per il corpo.

Per la barba non si ricorre a farmaci, assolutamente; la soluzione più naturale che si possa intraprendere è l’assunzione di più vitamine, specialmente del gruppo A, C, E e dell’acido folico e di quello pantotenico.

Quando la barba si ostina a crescere diversamente da ciò che ci si aspetta, oppure a non crescere laddove si vuole, tanto vale, pensare a quella che meglio si adatta al proprio viso.

Sicuramente ce ne sarà un tipo che andrà bene, d’altra parte anche la barba fa parte del proprio corredo genetico; si può curare quella che si ha, non farla crescere dove non c’è.

Poca cosa, ma certa, è cercare di curare bene la pelle, a prescindere dal risultato finale. Inutile dire che forti stress non aiutano neppure l’epidermide, oltre che la qualità della vita in generale.

L’eccessivo nervosismo incide proprio materialmente sulla caduta dei capelli e dei peli, per cui ‘keep calm’, anche per la salute della tua barba!

Nello specifico è necessario ricorrere a prodotti che curino oppure non irritino i follicoli; bisogna fare attenzione anche ai peli che tendono ad incarnirsi creando fastidio e dolore.

Per eliminare la pelle morta, si possono fare maschere a base di eucalipto che danno un senso di freschezza e migliorano la qualità della pelle.

Come curare la barba corta

Una barba corta è sicuramente meno impegnativa da tenere. Si lascia crescere un minimo e poi la si rifinisce quando raggiunge più o meno un centimetro di lunghezza; molto varia se si parla poi di peli scuri o più biondi, quindi in relazione anche alla visibilità della stessa.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Barba PlusBarba Plus

La lozione rivoluzionaria per una barba folta e senza chiazze - Con Taurini ed Arginina.

Scopri Dettagli e Prezzo

Dopo qualche giorno o una settimana, tempo variabile e individuale, si potrà godere di una certa barba per cominciare a dargli una forma.

Si può cercare di capire quale si addica di più al proprio viso, per esempio, può rilevarsi più congeniale tagliarla a profondità diverse, magari un po’ più lunga sul mento, vicino alle labbra e nella zona dei baffi. A scalare un po’ altrove, creando un effetto più sfumato sulle guance.

Ad un taglio di massima si può procedere successivamente con un lavoro di rifinitura, uniformando meglio le parti del viso, generalmente con un regolabarba oppure con un rasoio tradizionale.

Per evitare la follicolite è sempre bene utilizzare la schiuma da barba oppure il gel, così da non esporsi al rischio di inutili irritazioni.

La barba corta richiede, quindi, un pochino meno attenzioni di quella lunga, ma si possono osservare gli stessi accorgimenti per tutto ciò che concerne la pelle e la sua cura.

Per esempio, si può utilizzare anche una spazzola se la barba è piuttosto difficile da trattare, meglio se di setola media, magari di cinghiale.
Per far risaltare maggiormente una barba corta è possibile anche tagliare più efficacemente quella sul collo, in modo da rendere tutto l’aspetto in generale, più pulito nel suo insieme.

Se la si taglia in modo da farla sparire più gradualmente creerà più armonia nell’aspetto. È consigliabile usare altezze graduali nel pettinino del regolabarba dalle guance al pomo d’Adamo.

Prodotti per la cura

Quello che si deve avere per poter sfoggiare una bella barba sono pochi e semplici oggetti: le forbici, il rasoio, il trimmer o regolabarba e una spazzola da barba.

Il rasoio si deve utilizzare per i lavori più ampi e sopratutto per definire o ridefinire la forma della barba sia sulle guance che vicino al collo.

Le forbici si utilizzano, perlopiù, per pareggiare la barba, laddove, qualche pelo cresca di più di altri, in modo da poter dare un’uniformità alla barba e una simmetria al viso.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Barba PlusBarba Plus

La lozione rivoluzionaria
per una barba folta e senza chiazze - Con Taurina ed Arginina.

Scopri Dettagli e Prezzo

Il trimmer permette di regolarla e di togliere le sbavature evitando la presenza di buchi nella stessa.

La spazzola da barba, appositamente pensata per questa parte del corpo, la mantiene pulita evitando che si formino dei fastidiosi nodi, senza, però, andare ad incidere troppo pesantemente sui peli e sulla cute. Non solo spazzola la barba, ma porta via anche la pelle morta e opera un’operazione di pulizia generale.

Ovviamente tutti questi strumenti si presentano sul mercato in una varietà di prodotti, dai più economici a quelli più costosi, con una molteplicità di aspetti non solo funzionali, ma anche estetici. Alcuni sono entrati nel mondo del collezionismo e nei musei, a testimonianza delle abitudini del passato.

Si possono utilizzare anche dei pettini, ma se questi non sono specifici, possono rovinare la barba, particolarmente se questa è già piuttosto riccia o ispida.

Prima di utilizzare il sapone, che comunque può incidere ed alterare un po’ il ph della pelle, si può utilizzare una spazzola corta che viene chiamata ‘military brush’ per togliere le impurità dalla pelle, massaggiando delicatamente i peli per evitare che si arriccino troppo i peli.

I prodotti necessari

Ciò che contribuisce a mantenere la barba pulita e morbida, conferendo all’intero aspetto una sensazione di salubrità, sono quei prodotti che vanno utilizzati per non stressare la pelle.

Quando si provvede ad una pulizia più profonda è opportuno usare degli shampoo e dei balsami specifici da barba.

Per averla setosa, si possono mettere degli oli scelti che vanno applicati con una determinata tecnica; si mettono sulle dita e poi, con un movimento verso il basso, si applicano massaggiando la barba un po’ inumidita.

Tutti gli oli da barba, facilitano indubbiamente la spazzolatura della stessa e questa sarà, poi, più facilmente ordinabile.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Krestina UomoKrestina Uomo

Krestina è un olio spray che sere a rinforzare la barba ed evitare la formazione di chiazze.

Scopri Dettagli e Prezzo

In barberia viene utilizzato anche un panno caldo perché così si prevengono le irritazioni della pelle e poi, si usa un pettine specifico, particolarmente vicino agli occhi, non in plastica perché ciò attirerebbe, per effetto dell’elettrostaticità, i pelucchi della lana e varie altre impurità, quindi si preferiscono pettini in legno oppure in Rhodoid.

Per evitare che la barba possa, specialmente in estate, rimanere sporca di residui di cibo ed assumere sgradevoli odori, è opportuno usare delle salviette umidificate per poterla mantenere sempre pulita.

Il mare con la sua salsedine e la spiaggia con la sabbia, possono rendere più secca la barba e farla risultare troppo arida. Anche una lunga e prolungata esposizione al sole contribuisce a disidratare la pelle che andrà reintegrata.

Proprio per eliminare l’accumulo di salsedine è opportuno sciacquare la barba a fine giornata con acqua dolce, mettendo un quantitativo di shampoo maggiore in modo da pulirla bene, facendo aprire i pori della pelle sottostante per poterli detergere.

Per asciugare la barba si può utilizzare un po’ il phon, ma a distanza e per indirizzarla come la si vuole. È assolutamente inopportuno utilizzare delle piastre oppure avvicinare troppo le fonti di calore perché c’è il rischio di renderla elettrizzata e così, poco gestibile.

Nella vasta gamma di prodotti da usare, per evitare che la barba diventi un bacino di forfora ed irritazioni, è consigliabile l’uso di saponi non aggressivi per non seccare troppo la pelle, che essi siano liquidi oppure solidi, cosa indifferente, solo legata alle proprie preferenze personali.

Gli shampoo vengono utilizzati di più se la barba è più lunga e ne è consigliato l’uso quando è lunga almeno qualche centimetro; vanno usati ogni 2 o 3 giorni.

Anche l’uso eccessivo di questi prodotti, però, così come avviene per il capelli, provoca un effetto contrario, ovvero uno sfibramento dei peli, per cui è meglio non esagerare con le dosi.

Gli oli si usano in quantità molto ridotte; ne bastano poche gocce per dare un effetto brillante. Diciamo pure che si è portati a sfoggiare una barba lunga e lucente, per cui esiste un piccolo rischio di divenire un po’ dipendenti da questi prodotti: niente di così grave, è solo un vezzo!

L’uso degli oli, però, non solo conferisce un aspetto migliore, ma anche un buon aroma; molti oli sprigionano profumi piacevoli che faranno effetto su chi starà accanto.

Così, poi, come per i capelli, si può procedere anche all’utilizzo di balsamo che serve per ammorbidire i peli e per evitare i nodi o districarli quando si sono creati.

Generalmente si usa quando la barba ha raggiunto una discreta lunghezza, ovvero un minimo di 4 o 5 centimetri oppure se è particolarmente ispida.

Esistono, ancora, la crema balm che ha in sé il burro di karitè e la cera d’api; entrambe consentono di fissare maggiormente la barba e sono particolarmente indicate per tutte quelle molto folte e molto lunghe.

PRODOTTO CONSIGLIATO
Burro di KaritèBurro di Karitè

Il burro di Karitè aiuterà ad idratare e rendere forte e lucente la tua barba.

Scopri Dettagli e Prezzo

Per coloro che, invece, hanno dei lunghi baffi e vogliono dargli una forma, si usa la cera per i baffi che è fondamentale per raggiungere la giusta consistenza ed il giusto orientamento.